Legge sulla legalizzazione della marijuana del Wisconsin

Skyline del Wisconsin

Skyline del Wisconsin

Diversi leader del Wisconsin hanno annunciato a disegno di legge per legalizzare completamente la marijuana nello stato la scorsa settimana. Il disegno di legge renderebbe legale l'uso ricreativo della cannabis per gli adulti e imposterebbe le vendite di cannabis in modo simile a come viene tassato l'alcol nello stato. Il disegno di legge consentirebbe anche alle persone di coltivare piante di cannabis in casa.

La senatrice di Madison Melissa Agard afferma che la legalizzazione potrebbe portare allo stato $ 165 milioni all'anno o più di entrate fiscali. Ha anche affermato che, secondo un sondaggio del 2019, il 59% delle persone nel Wisconsin sostiene la legalizzazione della cannabis.

Con la feroce opposizione dei senatori repubblicani -che hanno bloccato tentativi simili in passato– non è chiaro se l'iniziativa passerà. Ma per il momento, ecco un breve sguardo al più recente tentativo del Wisconsin di legalizzare la marijuana.

Legalizzazione della marijuana ricreativa

Il disegno di legge proposto mira a consentire la marijuana ricreativa. Produzione, distribuzione o consegna di marijuana; possedere marijuana con l'intento di produrla, distribuirla o consegnarla; il possesso o l'uso di armamentario di droga sono tutti illegali ai sensi della legge vigente.

Il disegno di legge non pregiudica la legge federale. Il disegno di legge modifica la legge statale per consentire a un residente del Wisconsin di almeno 21 anni, o a un paziente idoneo, di possedere non più di due once di marijuana e per consentire a un non residente del Wisconsin che ha almeno 21 anni di non possederne più di un quarto di oncia di marijuana.

Che cos'è un paziente idoneo e quali sono i limiti di possesso?

Un paziente qualificato, come definito dalla legge, è un individuo a cui un medico ha diagnosticato o sta subendo una condizione o un trattamento medico debilitante e che ha almeno 18 anni.

Secondo il disegno di legge, una persona che ha più della quantità massima consentita da possedere, ma non più di 28 grammi di marijuana, è soggetta alla confisca civile fino a $ 1000 o alla reclusione fino a 90 giorni.

Un reato di classe B è accusato contro chiunque abbia più di 28 grammi di marijuana. E se quella persona intraprende azioni per nascondere la quantità di marijuana che ha, mettendo sistemi per avvisarla della presenza di forze dell'ordine, un metodo di intimidazione o trappole che potrebbero ferire o uccidere una persona, quella persona sarebbe colpevole di un reato di I classe.

Il disegno di legge elimina anche il divieto di detenere o utilizzare armamentario di droga correlato al consumo di marijuana

A proposito di crimini legati alla marijuana

La legge stabilisce anche una procedura per coloro che sono stati condannati per un atto che è stato depenalizzato a seguito del disegno di legge. Se l'individuo sta già scontando una pena o è in libertà vigilata per tale condanna, può chiedere a un tribunale di annullare la condanna e cancellare il verbale.

Se una persona ha scontato un termine o un periodo di prova per una tale condanna, può chiedere a un tribunale di cancellare il verbale o, se del caso, di ridefinirlo per un reato minore. Qualsiasi record che viene cancellato in base al disegno di legge non è considerato una condanna ai sensi della legge statale o federale per qualsiasi motivo.

Indennità di disoccupazione

In base alla legislazione attuale, un individuo può non essere idoneo per i pagamenti dell'assicurazione contro la disoccupazione se viene licenziato per comportamento scorretto o colpa sostanziale.

Il nuovo disegno di legge afferma espressamente che l'uso di marijuana da parte di un dipendente fuori dai locali del datore di lavoro durante le ore non lavorative non costituisce un comportamento scorretto o una colpa grave, a meno che la cessazione per tale uso non sia autorizzata in base a una delle giuste eccezioni alla legislazione sul lavoro.

Inoltre, in base alla legge esistente, DWD è tenuto a sviluppare un programma per testare i richiedenti che richiedono pagamenti UI per la presenza di droghe proibite, come definito dalla legge federale. Se un richiedente risulta positivo per un farmaco proibito, i benefici UI possono essere rifiutati, fatte salve eccezioni e limiti specifici.

La nuova misura esenta il THC da questo requisito di test. Di conseguenza, a un individuo che risulta positivo al THC non possono essere rifiutati i pagamenti dell'UI ai sensi della legge.

Esenzioni dai test antidroga

Il THC, inclusa la marijuana, è esentato dai test antidroga per alcuni programmi di assistenza pubblica ai sensi della nuova legge. Un partecipante a un lavoro di servizio alla comunità del programma Wisconsin Works (W2) o un collocamento transitorio o un programma FoodShare, che è condannato per possesso, uso o distribuzione di una sostanza controllata deve attualmente sottoporsi a un test per sostanze controllate come condizione di idoneità continua.

Il THC è escluso da tutte le procedure e dai programmi di test antidroga previsti dalla legge.

Permessi per la produzione, lavorazione e vendita di marijuana ricreativa

La legge stabilisce una procedura per ottenere le licenze - chiamate permessi sulla proposta di legge - per coltivare, lavorare o vendere marijuana per scopi ricreativi. Il disegno di legge stabilisce anche il pagamento di un'accisa per il privilegio di fare affari in questo stato. Il sessanta percento del reddito fiscale viene collocato in un fondo separato noto come "fondo di reinvestimento comunitario".

Il disegno di legge richiede che una persona ottenga permessi separati da Dipartimento delle Entrate del Wisconsin (DOR) per produrre, elaborare, distribuire o vendere marijuana e richiede ai produttori e ai trasformatori di marijuana di ottenere ulteriori permessi dallo stato Dipartimento dell'agricoltura, del commercio e della tutela dei consumatori (DATCP).

Le condizioni per ottenere questi permessi variano a seconda che il permesso sia dato da DOR o DATCP, ma in generale, una persona potrebbe non ricevere tale permesso se non è residente nello stato, ha meno di 21 anni, o è stato condannato per determinati reati.

Inoltre, un titolare di permesso DOR non può operare entro 500 piedi da una scuola, parco giochi, centro ricreativo, struttura per l'infanzia, parco pubblico, struttura di trasporto pubblico o biblioteca e un titolare di permesso DATCP non può operare entro 500 piedi da una scuola.

Anche chi è in possesso di un permesso DOR deve seguire precisi criteri operativi. Un richiedente un permesso con 20 o più lavoratori non può ricevere un permesso da DATCP o DOR a meno che il richiedente non verifichi di aver stipulato un accordo di pace con un'organizzazione sindacale, secondo la legge.

L'accordo di pace del lavoro vieta all'organizzazione del lavoro e ai suoi membri di interferire con individui che conducono affari nel Wisconsin e vieta al richiedente di interferire con i tentativi dell'organizzazione del lavoro di connettersi, organizzare e rappresentare i dipendenti del richiedente, fornisce anche l'organizzazione del lavoro accesso alle aree in cui lavorano i dipendenti per discutere i diritti del lavoro e i termini e le condizioni di lavoro.

Allo stato e a qualsiasi organo di governo locale è attualmente vietato richiedere un accordo di pace del lavoro come condizione per qualsiasi autorizzazione normativa. Tale divieto non si applica ai requisiti di autorizzazione del disegno di legge.

Inoltre, la misura impone che DATCP e DOR utilizzino un sistema di punteggio competitivo per decidere quali richiedenti sono qualificati per i permessi. Ogni dipartimento deve fornire le licenze ai richiedenti con i punteggi più alti che assicurano che:

  • Salvaguardare al meglio l'ambiente,
  • Offrire posti di lavoro stabili e a sostegno della famiglia alle comunità locali,
  • Mantenere la sicurezza dei lavoratori e dei consumatori,
  • Gestisci strutture sicure e segui le leggi delle giurisdizioni in cui operano.

Ogni dipartimento ha l'autorità di rifiutare un permesso a un richiedente con un punteggio basso. Una persona che non ha un permesso DOR per vendere marijuana non può vendere, distribuire o trasferire marijuana, o possedere marijuana con lo scopo di venderla o distribuirla, secondo la legge. Chiunque violi questa restrizione commette un crimine di I Classe.

Si commette un reato di classe B se l'individuo possiede più di 12 piante che hanno raggiunto la fase di fioritura contemporaneamente, salvo che, se la persona si attiva per nascondere il numero di piante che ha e la persona ha in atto un sistema di sicurezza per avvisarlo della presenza delle forze dell'ordine, di un metodo di intimidazione o di una trappola che potrebbe ferire o uccidere una persona che si avvicina all'area contenente le piante, la persona è colpevole di un crimine di Classe I

Tutti i funzionari, direttori, agenti e azionisti che detengono il 5% o più delle azioni di qualsiasi società che richiede un permesso devono soddisfare i requisiti di licenza stabiliti nella proposta di legge.

Esenzioni dalla licenza

Secondo il disegno di legge, nessun permesso può essere concesso a qualsiasi persona a cui si applica una delle seguenti condizioni:

  • La persona è stata condannata per un reato violento
  • La persona è stata condannata per un crimine violento, a meno che non sia stata graziata
  • Nei tre anni precedenti la persona è stata commessa ai sensi dell'art. 3 per tossicodipendenza.
  • La persona fa uso cronico e abituale di bevande alcoliche o altre sostanze nella misura in cui le sue normali facoltà sono compromesse. Si presume che una persona faccia uso cronico e abituale di bevande alcoliche o altre sostanze nella misura in cui le sue normali facoltà siano compromesse se, nei 3 anni precedenti, si verifica una delle seguenti condizioni:
    • La persona è stata deferita per trattamento involontario ai sensi dell'art. 51.45
    • La persona è stata condannata per violazione dell'art. 941.20 (1) (b).
    • In 2 o più casi derivanti da incidenti separati, un tribunale ha accertato che la persona ha commesso una violazione di una legge in materia di DUI.
  • La persona ha entrate che provengono principalmente dal gioco d'azzardo o è stata condannata per 2 o più reati di gioco d'azzardo.
  • La persona è stata condannata per reati legati alla prostituzione.
  • La persona è stata condannata per delitti in materia di prestito di denaro o utilità a soggetti titolari di licenze o autorizzazioni ai sensi del cap. 125.
  • La persona ha meno di 21 anni
  • La persona non è stata residente nel Wisconsin ininterrottamente per almeno 90 giorni prima della data della domanda.

Commissioni di licenza

Secondo il disegno di legge, ogni persona che richiede un permesso deve presentare con la domanda una tassa di $ 250.

Inoltre, ogni persona a cui viene concesso un permesso deve pagare annualmente al dipartimento una tassa di $ 2,000 fino a quando la persona è in possesso di un permesso valido.

Il permesso è valido per un anno e può essere rinnovato, salvo che il dipartimento possa revocare o sospendere un permesso prima della sua scadenza.

Una persona non ha diritto al rimborso delle tasse pagate ai sensi del presente comma se il permesso della persona è negato, revocato o sospeso

Altre normative

  • Il disegno di legge richiede alla DOR di creare e mantenere un programma di registrazione della marijuana medica in base al quale una persona che è un paziente qualificato può ottenere una carta di identificazione del registro e acquistare marijuana da un negozio al dettaglio autorizzato senza dover pagare le vendite o le accise imposte su tale vendita
  • Il disegno di legge richiede che il DATCP registri le entità come laboratori di analisi dei tetraidrocannabinoli (THC). I laboratori devono testare la marijuana per i contaminanti; risultati della ricerca sull'uso della marijuana medica; e fornire formazione su coltivazione, raccolta, confezionamento, etichettatura e distribuzione sicure ed efficienti di marijuana, sicurezza e responsabilità dell'inventario e ricerca sulla marijuana medica.
  • Il disegno di legge proibisce che i datori di lavoro o qualsiasi altra persona si impegnino in qualsiasi atto di discriminazione sul lavoro nei confronti di qualsiasi individuo sulla base dell'uso o non uso da parte dell'individuo di marijuana -o qualsiasi altro prodotto legale- fuori dai locali del datore di lavoro durante le ore non lavorative, fatte salve alcune eccezioni, uno dei quali è se l'uso compromette la capacità dell'individuo di assumersi adeguatamente le responsabilità legate al lavoro di tale individuo.

Questa è l'ottava volta che la Sen. Melissa Agard cerca di far approvare una legge sulla legalizzazione della marijuana, ma nonostante tutto ciò, il futuro non sembra roseo, poiché il leader della maggioranza al Senato Devin LeMahieu ha affermato che non ci sono abbastanza voti repubblicani per approvare qualsiasi legislazione sulla marijuana al Senato.

Il tempo ci dirà.

Se hai bisogno di consulenza sull'industria della cannabis, non esitare a contattarci e non perdere anche il nostro Mappa di legalizzazione della marijuana dove puoi consultare lo stato attuale delle leggi in ogni stato degli Stati Uniti e vedere tutti i nostri post su ciascuno di essi.